lunedì

Appennellare

Quando è necessario, due ancore sicuramente tengono più di una sola. La scelta di affondare due ancore nella manovra di ancoraggio può essere fatta prima di ancorare oppure in seguito nell’ipotesi di un peggioramento del tempo.
MANOVRA CLASSICA

La manovra classica consiste nel dare fondo fermandosi con vento in prua, dopo aver preparato a bordo:

  • l’ancora principale appennellata fuori bordo sopra la superficie dell’acqua
  • la grippia (cima o catena) ammanigliata al diamante dell’ancora principale, che faccia via in chiaro riportata a bordo, e abbisciata sempre in chiaro sulla prora, o nel pozzetto dell’ancora principale
  • il pennello (seconda ancora ) attestato tramite la sua cicala al terminale a bordo (il corrente) della grippia e posato in coperta pronto ad essere affondato fuori bordo al momento di dare fondo

Procedere quindi a:

  • Ammainare per tempo la vela di prua, prima dell’ultima orzata al vento. Imbrogliare la vela in modo da tenere in chiaro la prua
  • Consumare l’abbrivo della barca portandosi con vento in prua per arrivare senza velocità sul luogo ove si è deciso di dare fondo. Un uomo alla randa si accerta di filare scotta e non farla portare
  • A imbarcazione ferma si da fondo al pennello. La barca inizia a retrocedere (si scontra randa se necessario a farle acquistare una maggior velocità) e la seconda ancora sarà richiamata a fondo dalla grippia, quando la stessa inizia ad entrare in tensione
  • Prestare attenzione a liberare velocemente la frizione o la bozza dell’ancora al fine di lasciar filare catena
  • Mentre la barca retrocede, agguantare e filare la catena onde aiutare la stessa a distendersi e la barca a rimanere orientata con la prua nel letto del vento
  • Agguantare definitivamente (fermare) la discesa di catena quando si è certi di aver filato a sufficienza in funzione della batimetrica
  • L’ancora, trascinata, arerà per quanto necessario ad orientarsi ed affondare le marre nel fondale. La catena si disporrà in tensione richiamando la barca a disporsi nel letto del vento

ALTRI METODI (1)

Se si prevede subito la manovra, si darà fondo prima al pennello , poi all'ancora principale. In questo caso, il pennello ammanigliato alla grippia sarà posizionato sopravento all'ancora principale, entrando in forza quando questa inizia ad arare.


ALTRI METODI (2)

Se si vuole aggiungere il pennello successivamente, bisognerà servirsi del battellino di servizio. Si recupera il grippiale, liberando la grippia e le si annoda il pennello con un nodo di ancorotto.
Si andrà poi a dare fondo al pennello nel punto prescelto sopravento all'ancora principale.


ALTRI METODI (3)


Se l'ancora è sprovvista di grippia allora si può agire ammanigliando il pennello sottovento all'ancora principale, ad un anello della catena per mezzo di un grillo.



ALTRI METODI (4)

Un altro metodo comunque efficace se si dispone di una linea di ancoraggio mista catena e cavo, consiste nel far scendere l'ancorotto per mezzo di un grosso grillo lungo il cavo. Esso si fermerà alla giunzione tra cavo e catena ove si ha la redancia con impiombatura.
Questo metodo serve più che altro a fare da miglior ammortizzatore facendo lavorare la catena in orizzontale sul fondale.
E' sconsigliato utilizzarlo per reggere una situazione impegnativa, in quanto l'ancoraggio è garantito dal cavo che può usurarsi per sfregamento sul musone a prora.


CONSIDERAZIONI

  • È una manovra da mettersi in atto quando ci si deve ancorare alla ruota (o lo si è già) e si ritiene di dover rinforzare l’ancoraggio, temendo un peggioramento del tempo, vento e/o onda, tali da far supporre la possibilità di arare
  • Il pennello concorre a fare resistenza quando la grippia sarà in tensione, trascinata dall’ancora principale dopo che avrà arato del necessario per fare testa, oltre a garantire una aggiunta di calumo che rimane orizzontale sul fondo

PRECAUZIONI

  • Sarebbe bene eseguire la manovra con una grippia di lunghezza superiore alla batimetrica del luogo di ancoraggio, allo scopo di evitare di sostenere (a mano o col barbotin) il peso di due ancore quando si dovrà salpare. Si potrà recuperare l’ancora principale a bordo mentre il pennello giace ancora sul fondo
  • Nel caso l’ancora si fosse impigliata sul fondo, si potrebbe allora risalire a recuperare il pennello e una volta a bordo,lavorando con la grippia, cercare di rovesciare e liberare l’ancora impigliata. E’ evidente che per poter recuperare il pennello per primo si sarebbe dovuto attrezzare anche questo di grippia e grippiale……..come dire, mi metto anche la cintura dopo che già porto i pantaloni con le bretelle!!!!per la serie “la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo”