lunedì

La toilette.

Le barche a vela sono dotate di un wc abbastanza simile nella forma a quello che tutti noi conosciamo ma molto diverso come funzionamento rispetto a quello di casa.

A differenza di quest'ultimo infatti utilizza una pompa elettrica o manuale che pesca dall'esterno l'acqua di mare, la spinge nel wc e la scarica sempre all'esterno dello scafo.

Le tubazioni che compongono il sistema hanno, per ragioni di sicurezza, un diametro molto piccolo.

Per questo motivo non bisogna assolutamente gettare carta igienica in abbondanza, assorbenti o quant'altro nel wc , pena un poco piacevole quanto certo intasamento dello stesso.

Le valvole che permettono l'afflusso dell'acqua all'interno del sistema (prese a mare) devono essere sempre chiuse in navigazione per motivi di sicurezza ed aperte solo il tempo necessario anche in porto.
Una valvola lasciata aperta infatti equivale ad una falla nella struttura della barca.

Sarà cura dello skipper illustrare all'equipaggio il funzionamento del wc ed autorizzarne l'utilizzo durante la navigazione.

Non abbiate timore di chiedere, molto meglio una domanda in più che un bagno allagato o reso inutilizzabile.

Da non dimenticare: in barca maschi e femmine in bagno si comportano allo stesso modo, fanno pipì seduti.